L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

14 ottobre 2015

Dal 23 al 25 ottobre a Bari il XXXII Congresso nazionale dell'ANM

Inaugurazione alla presenza del Capo dello Stato

Si aprirà il 23 ottobre al Teatro Petruzzelli di Bari, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, il XXXII CongressoANM "Giustizia, economia, tutela dei diritti – Il ruolo del giudice nella società che cambia".


Dopo gli indirizzi di saluto di Antonio Decaro, sindaco di Bari, Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, Gianfranco Castellaneta e Anna Maria Tosto, rispettivamente presidente della Corte d’appello e procuratore generale di Bari, alle ore 11,30 il presidente dell’#ANM Rodolfo M. Sabelli illustrerà la sua relazione. Seguiranno gli interventi di Concetta Potito, presidente dell’ANM di Bari, Giovanni Stefanì, presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bari e Mirella Casiello, presidente dell’OUA.


La prima sessione, “Economia e giurisdizione nel modello costituzionale”, introdotta da Valerio Savio, vicepresidente dell’ANM, prevede, dalle ore 15,00, la tavola rotonda alla quale parteciperanno il ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, i giuristi Michele Ainis e Paola Severino, il presidente della Corte d’appello di Milano Giovanni Canzio e Renato Rordorf, presidente di sezione della Cassazione. Modererà Giovanni Floris.


Sabato 24 ottobre (Villa Romanazzi Carducci, ore 9) comincerà la seconda sessione “Governo autonomo della magistratura e indipendenza della giurisdizione”. Dopo l’introduzione di Maurizio Carbone, segretario generale dell’ANM, interverranno Giovanni Legnini, vicepresidente del CSM e Christophe Régnard, presidente dell’Associazione Europea dei Magistrati. Alle ore 10,00 question time con i consiglieri del CSM Paola Balducci, Luca Forteleoni, Valerio Fracassi, Antonio Leone, Aldo Morgigni e Luca Palamara. Alle ore 12,30 sarà il presidente della Scuola Superiore della Magistratura Valerio Onida ad aprire il confronto con i giovani magistrati.


Alle ore 15,00 l’intervento del ministro della Giustizia Andrea Orlando darà il via alla terza sessione “Organizzazione e qualità della giustizia, condizioni e carichi di lavoro”, argomenti poi al centro della tavola rotonda con i magistrati Franca Amadori, Marcello Basilico, Antonio Lepre, Alessandro Pepe e Mariano Sciacca.


La terza giornata del Congresso, domenica 25 ottobre, sarà dedicata al tema delle riforme. Interverrà il ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi nell’ambito della sessione “Riforme ed efficacia della giurisdizione” introdotta da Ilaria Sasso del Verme, vicesegretario generale dell’ANM. Dalle ore 10,00 Riccardo Iacona modererà una serie di dibattiti:


- tutela dei diritti e sostenibilità economica – Roberto Garofoli (Ministero Economia e Finanze), Francesco Greco (magistrato), Ivan Lo Bello (Confindustria);


- la riforma del processo penale, corruzione e prescrizione – Piercamillo Davigo (magistrato), David Ermini (Pd), Beniamino Migliucci (UCPI);


- intercettazioni: indagini, privacy e informazione – Federico Cafiero de Raho (magistrato), Liana Milella (giornalista), Francesco Paolo Sisto (Fi);


- il ruolo del giudice tra riforme e organizzazione – Alfonso Bonafede (M5S), Angelo Piraino (magistrato), Donatella Stasio (giornalista).


Alle ore 13,00 chiusura del Congresso con l’approvazione della mozione finale.


Consulta il programma 


 



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati