L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

18 ottobre 2016

Dl pensioni e trasferimenti, non sia convertito prima dell’incontro dell’ANM con Renzi e Orlando

Come abbiamo già più volte dichiarato anche nelle sedi istituzionali, chiediamo una modifica del dl 168/2016, prima che il provvedimento, nei prossimi giorni, sia convertito in legge dal Senato. La posizione dell’ANM è chiara, fin dall'emissione del decreto legge: reintroduzione dell'età pensionabile a 72 anni per tutti, oltre che per evitare l’evidente disparità di trattamento tra i magistrati e per ridurre la grave scopertura di organico, anche per consentire  un graduale avvicendamento e per garantire un congruo periodo di servizio ai nuovi magistrati; mantenimento del periodo di legittimazione per i trasferimenti a tre anni; mantenimento del periodo di tirocinio dei neo magistrati presso gli uffici giudiziari secondo lo schema già vigente.


Avevamo segnalato fin dal primo momento i profili di incostituzionalità e di contrasto con il diritto comunitario di alcune norme del decreto legge ed ora, a conferma di quanto abbiamo sempre sostenuto, è intervenuto il parere della Commissione Affari Costituzionali del Senato, che ha espresso fondati dubbi di costituzionalità sul testo, parere di cui non si può non tenere conto.


Confidiamo che il tema possa essere affrontato nel corso dell'incontro che l'ANM avrà lunedì 24 ottobre con il presidente Renzi e il ministro Orlando e che, fino a quella data, il dl non sia convertito.



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati