L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.

10 marzo 2017

Fiducia ddl penale, norme su avocazione irrazionali

Porteranno Procure al collasso e vanificheranno migliaia di indagini

Apprendiamo che la prossima settimana sarà votato al Senato, con lo strumento della fiducia, il ddl di riforma del processo penale e che nessun emendamento è stato presentato in ordine alla norma che obbliga il pm a esercitare l’azione penale o chiedere l’archiviazione entro tre mesi dalla fine delle indagini preliminari e a quella che prevede l’obbligatorietà dell’avocazione da parte del procuratore generale presso la Corte d’appello. 


L’ANM ha da sempre denunciato l’irrazionalità di queste norme, che sono destinate a creare un pericoloso imbuto negli uffici giudiziari, norme che non daranno alcun beneficio al sistema, ma che al contrario rallenteranno il lavoro delle Procure, fino a bloccarlo completamente e a portarlo al collasso.


Lanciamo un grido d’allarme e chiediamo al legislatore un ripensamento sul punto, perché queste modifiche normative avranno come unico risultato quello di vanificare migliaia di indagini, soprattutto quelle più impegnative e delicate; in primo luogo le inchieste relative ai reati commessi a danno dei soggetti deboli, quelle di corruzione e quelle a rischio prescrizione. Se queste norme verranno approvate i cittadini avranno minore tutela.



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati