L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

6 aprile 2019

Il neo presidente dell'ANM Grasso: "Sarò il presidente di tutti"

"Vigileremo su riforme, servono risorse o macchina non va avanti"


pasquale grasso.jpg

«Magistratura Indipendente da quasi 20 anni non aveva la responsabilità di guida dell'Anm. Ma non dimentico il dovere di essere il presidente di tutti e veicolo di tutte le sensibilità». Cosi' il neo presidente dell'Anm si e' presentato al Cdc, il parlamentino dell'Associazione, che lo ha nominato per acclamazione. Grasso ha assicurato "attenzione ai profili sindacali e all'autonomia dei magistrati" anche all'interno degli uffici. E vigilanza sul tema delle risorse per la giustizia: «una nuova stagione di riforme senza risorse sta riducendo la giustizia a una macchina incapace di andare avanti: manca il carburante, che sono anche le donne e gli uomini, mentre la carrozzeria si degrada». 


Il nuovo presidente, in virtù della rotazione annuale, è espresso dal gruppo di Magistratura Indipendente, la corrente moderata. Ha 50 anni, è giudice civile al Tribunale di Genova, e prima di trasferirsi nel capoluogo Ligure, è stato giudice penale a Chiavari, dove si è occupato anche dei procedimenti sulla criminalità organizzata. È sposato e ha 4 figli, e nel suo discorso ha ringraziato la moglie che avrà un carico di lavoro maggiore per potergli permettere di dedicarsi anche alla guida dell'Associazione.


Leggi la relazione introduttiva del presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati, Pasquale Grasso



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati