L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

28 giugno 2010

Sezione Toscana

Alcuni quotidiani hanno riportatonelle pagine di cronaca locale dell'11 ottobre scorso, commenti daltenore inammissibile relativi alla notizia della proposizione diricorso in appello da parte del P.M. di Firenze contro lasentenza di assoluzione del sen. Achille Totaro imputato didiffamazione ai danni di Bruno Fanciullacci.


Alcuni quotidiani hanno riportato
nelle pagine di cronaca locale dell'11 ottobre scorso, commenti dal
tenore inammissibile relativi alla notizia della proposizione di
ricorso in appello da parte del P.M. di Firenze contro la
sentenza  di assoluzione del sen. Achille Totaro imputato di
diffamazione ai danni di Bruno Fanciullacci.



In particolare vanno, fra le altre,
stigmatizzate  e denunciate come fortemente lesive della
dignità non soltanto del magistrato, ma della stessa funzione
giurisdizionale esercitata, le espressioni "la decisione di
presentare ricorso rappresenta un infortunio giuridico", "la
Procura di Firenze ha avuto grandi magistrati, ma ora, francamente,
stiamo sfiorando il ridicolo", attribuite al difensore del sen.
Totaro, avv. Florio. Queste parole, prive di qualsiasi
argomentazione e riscontro, travalicano ogni forma lecita di
critica degli atti giudiziari, sempre legittimo ed insopprimibile
momento della verifica democratica del lavoro dei giudici, e fa
scadere il legittimo dissenso a livelli intollerabili di aperta
denigrazione.



Ciò che si mostra più grave ed
inammissibile in uno Stato democratico e di diritto è il biasimo
(fino allo scherno) non nei confronti del merito dei provvedimenti
giudiziari, bensì verso il solo fatto che essi siano presi, come
nella vicenda in cui la Procura di Firenze ha inteso appellarsi
avverso una decisione che comunque ha fatto discutere.



È questo l'ultimo, in ordine di
tempo, risultato di una stagione di delegittimazione e
disinformazione nei confronti della giurisdizione e della
magistratura, che serve solo a disorientare ulteriormente
l'opinione pubblica, la quale avrebbe il diritto di ritrovare
fiducia nella funzione giudiziaria, finalità che la magistratura
associata si prefigge ponendo come suo obiettivo primario la pronta
funzionalità della riforma dell'ordinamento giudiziario.




stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati