L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

22 novembre 2011

Sezione distrettuale di Catania - M.O.T. in Procura

La Giunta Distrettuale dell'A.N.M.,presa visione della proposta di delibera della III commissione delC.S.M. relativa alla individuazione delle sedi da assegnare aiM.O.T. nominati con D.M. del 05.08.10, rileva l'incongruenza dellascelta di non ricomprendere tra le sedi da coprire i principaliuffici requirenti, tra i quali quelli del distretto di Corted'Appello di Catania.


La Giunta Distrettuale dell'A.N.M.,
presa visione della proposta di delibera della III commissione del
C.S.M. relativa alla individuazione delle sedi da assegnare ai
M.O.T. nominati con D.M. del 05.08.10, rileva l'incongruenza della
scelta di non ricomprendere tra le sedi da coprire i principali
uffici requirenti, tra i quali quelli del distretto di Corte
d'Appello di Catania.



Non è stato infatti destinato alcun
M.O.T. né alla Procura Distrettuale di Catania né a quella di
Siracusa, nonostante si tratti di uffici gravati da pesanti carichi
di lavoro, con organici sottodimensionati rispetto al numero di
procedimenti penali da trattare ed afflitti da gravi scoperture di
organico che si protraggono oramai da diversi anni.



I criteri indicati nella proposta
di delibera destano, invero, più di una perplessità comportando in
sede applicativa l'integrale copertura delle sedi requirenti più
piccole (con organico fino a nove unità), una percentuale di
scopertura del 10% per le sedi requirenti di medie dimensioni (con
organico fino a venti unità), senza di converso 
individuare alcuna sede da coprire tra gli uffici requirenti di
maggiori dimensioni (con organici superiori alle 20
unità).



Si determinerebbe l'incongrua
conseguenza di escludere tutti gli uffici
requirenti distrettuali,
cioè proprio gli uffici
maggiormente impegnati nelle attività di contrasto alla criminalità
organizzata.



La proposta di delibera, inoltre,
non tiene in alcuna considerazione il dato fondamentale
concernente i carichi di lavoro degli uffici requirenti,

né in termini quantitativi (dati pure agevolmente acquisibili dal
re.ge.)  né con riferimento alla tipologia dei reati
trattati.



Oggi la Procura della Repubblica di
Catania, che negli ultimi anni ha dovuto sopportare costantemente
scoperture di organico  superiori al 25%, è gravata da una
scopertura di organico effettiva superiore a quella
che a causa della delibera si verrebbe a determinare in uffici di
dimensioni ben inferiori.



Si sollecitano pertanto interventi
atti a modificare e correggere  i criteri indicati nella
proposta, in modo da consentire la destinazione di un congruo
numero di M.O.T. anche ai suindicati uffici requirenti del
distretto.



La Giunta Distrettuale delibera
l'invio del presente documento al C.S.M. ed alla Segreteria della
Associazione Nazionale Magistrati.



Il
Segretario                                                                            
Il Presidente

(P.
Pacifico)                                  
                 
               
     (F. D'Alessandro)




stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati