L'ANM è l'associazione cui aderisce il 96% circa
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

15 dicembre 2016

Omaggio ai magistrati caduti

Per tenere sempre accesa la luce sulla loro opera e sul loro sacrificio


anm-le-rose-spezzate.png

Nel corso della riunione del 21 maggio 2016 il Comitato Direttivo Centrale, su proposta della Giunta Esecutiva Centrale, ha deliberato l’aggiornamento dell’elenco dei magistrati italiani uccisi nell’esercizio delle proprie funzioni, aggiungendo Fernando Ciampi, Luigi Daga e Agostino Pianta.

All’esito di questa decisione, la Giunta ha proceduto alla riedizione de Le Rose Spezzate, la stampa commemorativa già pubblicata dall’ANM nel 2000, da un progetto di Antonio Romano (Agenzia Inarea) al quale va un sentito ringraziamento.

È un piccolo segno per ricordare i magistrati caduti e per tenere sempre accesa la luce sul patrimonio inestimabile che la loro opera e il loro sacrificio ci hanno lasciato.


La Giunta Esecutiva Centrale

Piercamillo Davigo: presidente          Francesco Minisci: segretario generale

Luca Poniz: vicepresidente                 Corrado Cartoni: vicesegretario generale

Titti Potito: direttore de La magistratura

Giuliano Caputo, Paolo Criscuoli, Daniela Monaco Crea, Giovanni Tedesco: componenti



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati