L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

27 marzo 2018

L'art.2 legge guarentigie non sia veicolo di censura del diritto di critica


toghe-tribunale.jpg
Non diventi censura la pratica aperta dal Csm sul sostituto pg della Corte d'appello di Genova Enrico Zucca dopo le polemiche seguite alle parole del magistrato in riferimento ai fatti del G8. Lo chiede l'Anm. "Apprendiamo - spiega l'Associazione nazionale magistrati - che presso la Prima Commissione del Csm e' stata aperta una pratica a seguito delle dichiarazioni rese in un pubblico dibattito dal collega Enrico Zucca. Pur nel rispetto delle prerogative dell'organo di autogoverno e al di la' di ogni valutazione di merito nelle varie sedi, nel richiamare il perimetro di applicabilita' dell'art. 2 della legge sulle guarentigie, chiediamo che tale ultimo strumento venga utilizzato nei limiti previsti dalla norma e che non si trasformi in un veicolo di censura del diritto di critica e della libera manifestazione del pensiero, con possibili conseguenze sull'esercizio della giurisdizione". Si tratta, sottolinea l'Anm, di diritti "riconosciuti a tutti i cittadini e dunque anche ai magistrati, pur nei limiti del rispetto del codice etico, che richiama ad equilibrio e continenza, nel rispetto delle Istituzioni. Vigileremo costantemente affinche' i predetti diritti vengano sempre garantiti". 

 



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati