L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

27 novembre 2019

"In nome del popolo italiano. Le persone, il potere, la legge”: ANM a congresso

A Genova dal 29 novembre al 1 dicembre


cover-congresso19-teatro-new.jpg

Confronto, analisi e rilancio dei temi legati alla magistratura: Genova diventa la capitale della giustizia. In corso, dal 29 novembre al 1 dicembre, il XXIV Congresso dell’Associazione Nazionale Magistrati dal titolo "In nome del popolo italiano. Le persone, il potere, la legge” trasmesso in diretta streaming su www.associazionemagistrati.it e www.radioradicale.it


Il congresso, “un passaggio cruciale per la magistratura italiana", si è aperto alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed è "il luogo per avviare una importante riflessione culturale che analizzi i fatti accaduti senza reticenze, ma anche con valutazioni critiche", spiega il presidente dell’ANM Luca Poniz.


L'inchiesta di Perugia e le conversazioni intercettate dal cellulare del pm (oggi sospeso) Luca Palamara, le conseguenti dimissioni di 5 togati del Csm e il pensionamento anticipato dell'ex procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio costituiscono tuttora un peso, perché "hanno rappresentato l'esistenza di un rapporto tra magistrati e il potere politico al di fuori delle sedi istituzionali, per nomine basate su logiche di potere. Bisogna ritrovare - sottolinea il segretario generale dell'Anm Giuliano Caputo - principi, ideali, valori di confronto tra i gruppi associativi, con un messaggio importante soprattutto per i colleghi più giovani. Un quarto dei magistrati è entrato in servizio negli ultimi 5 anni, la vicenda scaturita dall'inchiesta di Perugia è stata un colpo, che può creare sfiducia anche al nostro interno e ha portato disorientamento tra le toghe. Abbiamo reagito con una posizione netta e ferma, e non bisogna abbassare la guardia, dobbiamo confrontarci sul modello di magistrato che vogliamo". 


Il congresso è l'occasione per i magistrati anche per interrogarsi sulla "fiducia" da parte dei cittadini: un "segnale di attenzione", rileva Poniz, alla "percezione sociale" delle decisioni dei giudici "è la proiezione, nel corso del congresso, di videointerviste in cui sono state raccolte le opinioni di cittadini sul sistema giudiziario", sulle quali sviluppare il dibattito. E non manca, ovviamente, la riflessione sulle riforme. "Sono anni che la magistratura associata ha articolato una serie di proposte", ricorda il presidente dell'Anm: sulla giustizia penale, ad esempio, "da anni denunciamo un'ipertrofia del sistema, che non si può pensare veloce e rapido a fronte di milioni di procedimenti e migliaia di fattispecie di reato. Ogni volta che si affronta un tema - aggiunge - lo si fa sulla scia dell'emergenza e si riversa sulla giurisdizione ogni aspettativa. In Italia abbiamo un processo complesso, con costi importanti e noi crediamo nelle sue regole: le nostre proposte si concentrano sull'effettività delle garanzie cercando anche di ridurre i tempi morti dei procedimenti". Quanto alla prescrizione - punto dolente, in queste settimane, nella maggioranza di governo - le toghe propongono da tempo la previsione dello stop "dopo la sentenza di condanna in primo grado", ma, sottolinea Poniz, "continuiamo a dire che la riforma della prescrizione è solo una misura, non la misura che risolve ogni problema". Con il congresso, "dobbiamo dare un contributo propositivo: sul processo penale, per il quale siamo in attesa di capire su quale base di confronto si ripartirà - conclude infine il segretario Caputo - e sulla legge elettorale per il Csm, dato che quella ora in vigore, a distanza di 15 anni, può essere considerata uno dei fattori delle degenerazioni a cui abbiamo assistito. Un'apposita sessione di lavori sarà dedicata alla riforma ordinamentale, e ribadiremo l'equilibrio costituzionale della separazione dei poteri".



 


stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati