L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    
3 luglio 2013

DL 21 giugno 2013, n. 69, disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia; misure per l'efficienza del sistema giudiziario e definizione contenzioso civile

Audizioni ANM

Audizioni ANM

Audizione dei rappresentanti dell'ANM in Commissione giustizia della Camera dei deputati

1. Premessa
Le disposizioni concernenti la giustizia contenute nel decreto legge n. 69/2013 muovono dalla constatazione – da tutti condivisa – del carattere insostenibile della situazione in cui versa ormai da tempo il settore civile, con gravi conseguenze sulla capacità di risposta del sistema alla richiesta di giustizia da parte dei cittadini, sull’effettività dell’attuazione e della tutela dei diritti e sullo sviluppo e sulla crescita economica, come testimoniato, del resto, dai ricorsi ex legge Pinto e dalle sentenze di condanna da parte della Corte EDU. Peraltro, la gravità della situazione non può indurre a trascurare la qualità della risposta giudiziaria né tantomeno a indebolire il quadro normativo sostanziale e processuale.
In tale prospettiva, le disposizioni contenute nel decreto oggetto di esame costituiscono una risposta che, nel complesso (salvo quanto si dirà nel dettaglio), va accolta con favore. In particolare, è condivisibile l’approccio strategico teso a intervenire sugli aspetti organizzativi degli Uffici, sulle risorse e sugli strumenti deflattivi, piuttosto che sulla disciplina processuale, peraltro già oggetto di ripetuti interventi negli anni passati. E’ un approccio, dunque, non soltanto condivisibile, ma che va anzi potenziato.
Appare a questo punto opportuno procedere a un esame in dettaglio delle singole previsioni.


Leggi il parere depositato



Scarica l'allegato
Decreto del fare, audizione ANM camera deputati | doc, 77 kb

stampa
Stampa