L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

13 maggio 2013

Sabelli: offensivo parlare di pacificazione. Noi non siamo in guerra

"La gravità della manifestazione diBrescia del Pdl non sta nella partecipazione di qualche ministrodel governo Letta, o meglio non solo in tale partecipazione comedenuncia il Pd, alleato di governo, quanto nei contenuti espressidalla stessa». Il presidente dell'Anm, Rodolfo Sabelli, inun'intervista alla Stampa commenta le dichiarazioni contro imagistrati pronunciate sabato da Silvio Berlusconi. "Temo chel'assuefazione a queste affermazioni - prosegue Sabelli - facciaperdere di vista la loro gravità e, dunque, faccia svaporare lacollera, o meglio l'indignazione, di fronte a delle accusegravissime e inaccettabili". Secondo il presidente dell'Anm "èoffensivo porre il tema della pacificazione perché lascerebbeintendere che ci sono due eserciti in guerra: quello della politicae quello della magistratura. Non è così. La magistratura non hadichiarato guerra a nessuno. Ci sono invece esponenti politici, chesistematicamente da anni conducono una offensiva contro lamagistratura fatta di contumelie e tentativi di 'punizioni'attraverso modifiche legislative che rischiano di vanificare ilcontrollo di legalità pur di garantire l'impunità a qualcheimputato eccellente. Il processo è già in se stesso, con le sueregole e i gradi di giudizio, una forte garanzia".


"La gravità della manifestazione di
Brescia del Pdl non sta nella partecipazione di qualche ministro
del governo Letta, o meglio non solo in tale partecipazione come
denuncia il Pd, alleato di governo, quanto nei contenuti espressi
dalla stessa». Il presidente dell'Anm, Rodolfo Sabelli, in
un'intervista alla Stampa commenta le dichiarazioni contro i
magistrati pronunciate sabato da Silvio Berlusconi. "Temo che
l'assuefazione a queste affermazioni - prosegue Sabelli - faccia
perdere di vista la loro gravità e, dunque, faccia svaporare la
collera, o meglio l'indignazione, di fronte a delle accuse
gravissime e inaccettabili". Secondo il presidente dell'Anm "è
offensivo porre il tema della pacificazione perché lascerebbe
intendere che ci sono due eserciti in guerra: quello della politica
e quello della magistratura. Non è così. La magistratura non ha
dichiarato guerra a nessuno. Ci sono invece esponenti politici, che
sistematicamente da anni conducono una offensiva contro la
magistratura fatta di contumelie e tentativi di 'punizioni'
attraverso modifiche legislative che rischiano di vanificare il
controllo di legalità pur di garantire l'impunità a qualche
imputato eccellente. Il processo è già in se stesso, con le sue
regole e i gradi di giudizio, una forte garanzia".




stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati