L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

25 aprile 2021

Relazione sullo svolgimento dei lavori

Presentata e approvata dal Cdc nel corso della seduta del 24-25 aprile 2021

1. Gli esiti delle riunioni preliminari
Preliminarmente appare opportuno evidenziare che la Commissione Ordinamento Giudiziario si è riunita in composizione plenaria in data 19 febbraio e in data 1 marzo.
Nel corso delle prima due riunioni, dopo approfondito confronto tra tutti i componenti, svoltosi in modalità telematica, sono stati definiti gli argomenti di studio della Commissione.
Per ogni argomento, quindi, è stata creata una sottocommissione che si occuperà di approfondire la normativa vigente (attenzionando anche le delibere e le circolari del CSM) e il disegno di legge (cd Riforma Bonafede) proponendo modifiche, integrazioni o miglioramenti alla disciplina.


Di seguito le sottocommissioni individuate:



  1. L’organizzazione degli Uffici di Procura

  2. Il Sistema disciplinare, gli illeciti disciplinari e la riabilitazione

  3. Le valutazioni di professionalità

  4. La composizione del CSM e il rientro in ruolo dei magistrati componenti.


Nel corso delle riunione convocata in data 8 marzo si è chiesto ai componenti della Commissione di offrire un primo spunto di riflessione sul tema della riabilitazione, attesa l’attenzione che , attualmente, riveste il tema dei precedenti disciplinari.
Il dibattito all’interno della Commissione ha, tuttavia, fatto emergere ulteriori tematiche alle quali, secondo i componenti, occorre dare priorità nella programmazione dei lavori.
In tema di valutazioni di professionalità, nel corso del dibattito, è emersa la necessità di modificare la disciplina attualmente vigente, con particolare riferimento al giudizio offerto, nel rapporto informativo, dal capo dell’ufficio al magistrato in valutazione e con riferimento al ruolo svolto dal Consiglio Giudiziario.
Alcuni componenti della Commissione hanno evidenziato la necessità di rendere, da un lato, meno farraginosa la procedura, (intento perseguito dal legislatore anche nel disegno di legge cd. Bonafede), dall'altro la necessità di sottrarre ambiti di discrezionalità, nella valutazione, al dirigente dell'ufficio. (leggi tutto il testo della relazione)



Scarica l'allegato
Relazione svolgimento lavori Commissione Ordinamento Giudiziario | pdf, 370 kb

stampa
Stampa

Cerca documenti per...

Data

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati