L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

15 dicembre 2018

Età pensionabile dei magistrati

Il Comitato Direttivo Centrale dell’Associazione Nazionale Magistrati, avuta notizia dell’emendamento proposto alla legge finanziaria col quale viene data facoltà ai magistrati ordinari, amministrativi, contabili e militari di permanere in servizio a domanda per un periodo massimo di due anni oltre i limiti di età per il collocamento a riposo, osserva quanto segue.
Un intervento siffatto, avulso da una riflessione complessiva sulla carriera dei magistrati richiesta da tempo e proposto senza alcuna interlocuzione preventiva, presenta due aspetti di grave criticità.
Da un lato, esso giunge a modificare un assetto dei limiti pensionabili che subisce periodici e contraddittori mutamenti, creando un’incertezza insostenibile su una tema tanto delicato.
Dall’altro, interferendo con la gestione dei processi e degli uffici giudiziari, esso determina effetti sull’indipendenza della magistratura, poiché alimenta il sospetto che l’intervento normativo sia diretto a favorire o a sfavorire, volta a volta, singoli magistrati. 
Auspichiamo pertanto che la norma venga discussa nell’ambito della più ampia riflessione sullo status dei magistrati, a cominciare dal loro accesso in carriera, e che comunque, se anche confermata, venga dotata di una disposizione transitoria che ne differisca gli effetti ad un periodo congruo di almeno quattro anni.



stampa
Stampa

Cerca documenti per...

Data

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati