L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

5 agosto 2011

Sottosezione di Modena 14.04.2011

Il giorno giovedì 14 aprile 2011,alle ore 15.30, presso la biblioteca del Tribunale, piano II, si èriunita l'assemblea della sottosezione nelle persone dei seguentimagistrati:Enrico Stefani, Riccardo DiPasquale, Eleonora De Marco, Ornella D'Orazi, DomenicoPasquariello, Michele Cifarelli, Antonella Rimondini, DomenicoTruppa, Donatella Donati, Alberto Rovatti, Lucio Montorsi, ClaudiaNatalini.


Il giorno giovedì 14 aprile 2011,
alle ore 15.30, presso la biblioteca del Tribunale, piano II, si è
riunita l'assemblea della sottosezione nelle persone dei seguenti
magistrati:



Enrico Stefani, Riccardo Di
Pasquale, Eleonora De Marco, Ornella D'Orazi, Domenico
Pasquariello, Michele Cifarelli, Antonella Rimondini, Domenico
Truppa, Donatella Donati, Alberto Rovatti, Lucio Montorsi, Claudia
Natalini.



L'assemblea affronta il seguente
tema, previamente posto all'ordine del giorno:



1) stato
di agitazione proclamato dal CDC del ANM in data 19.3.2011 -
iniziative di mobilitazione:



Viene ricordato che il 19 marzo
scorso il CDC dell'ANM ha espresso la propria contrarietà ai
contenuti del disegno di legge costituzionale di riforma della
giustizia approvato dal Consiglio dei Ministri e ha proclamato lo
stato di agitazione invitando le sezioni ed i magistrati ad una
mobilitazione diffusa.



Si procede a lunga ed articolata
discussione in ordine alle possibili iniziative da assumere.



Si propone di organizzare
un'iniziativa volta a sensibilizzare la cittadinanza di Modena,
destinata in particolare alle scolaresche per effettuare una
corretta informazione e mettere in luce gli aspetti negativi della
riforma. Si osserva che l'iniziativa potrebbe essere articolata
consentendo - nel corso di un'ordinaria giornata di lavoro - al
pubblico, diviso in gruppi di 15-20 persone accompagnati da un
magistrato, di visitare il Tribunale e, ove possibile, di assistere
alle udienze pubbliche. Nel corso della visita ciascun magistrato
spiegherà al gruppo le modalità di funzionamento dei vari servizi.
La giornata si concluderà con un'assemblea con la partecipazione di
tutti i magistrati (previa sospensione dell'attività di udienza per
15 minuti), alla quale invitare anche la stampa, nel corso della
quale i rappresentanti locali dell'ANM e/o il Presidente del
Tribunale potrebbero esporre i motivi di critica al progetto di
riforma. Nell'iniziativa appare opportuno coinvolgere il personale
amministrativo, il Consiglio dell'ordine degli avvocati di Modena e
la locale Camera penale.



Si prospetta altresì l'opportunità
di accompagnare l'iniziativa con la stesura di una lettera aperta
da inoltrare agli organi di informazione e da distribuire in
Tribunale per spiegare le basi della critica alla riforma approvata
dal Consiglio dei Ministri.



L'Assemblea all'unanimità approva
le proposte e delibera di formare un comitato organizzatore
costituito da: Enrico Stefani, Riccardo Di Pasquale, Domenico
Paquariello, Domenico Truppa, Gianluca Petragnani Gelosi, Donatella
Donati e Claudia Natalini. Si individua quale possibile data di
svolgimento giovedì 26 maggio 2011.



 



Si discute della possibilità di
assumere un'ulteriore iniziativa locale al fine di sensibilizzare
l'opinione pubblica in ordine alle condizioni della Casa
Circondariale di Modena (i cui lavori di ampliamento sono prossimi
all'ultimazione), sia con riferimento ai soggetti detenuti, sia con
riguardo alle precarie condizioni di lavoro degli operatori.
All'iniziativa dovrebbero partecipare i magistrati (in particolare
il magistrato di sorveglianza dott. Roberto Giovanni Mazza), il
Sindaco di Modena e gli organi di stampa.



L'assemblea all'unanimità approva
l'iniziativa, da effettuarsi in data da concordare, possibilmente
prima dell'estate.



 



Si osserva inoltre che ai progetti
locali è necessario accompagnare anche iniziative di più ampio
respiro, a livello nazionale.



L'assemblea all'unanimità decide
pertanto di sollecitare il CDC dell'ANM alla convocazione, nel più
breve tempo possibile, dell'assemblea generale prospettata al
termine del CDC del 19.3.2011.



Il
Presidente                                                                            
Il Segretario



Enrico
Stefani                                                                       
Antonella Rimondini



 



 



 



 



 



 



 



 




stampa
Stampa

Cerca documenti per...

Data

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati