L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

9 agosto 2011

Sezione di Brescia - Dichiarazioni Bossi e Calderoli

La Giunta sezionale dell'A.N.M. diBrescia, con riferimento alle dichiarazioni rese dai Ministri perla Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, e delle Riformeper il Federalismo, Umberto Bossi, che il 17 giugno 2011, inoccasione della inaugurazione della sede di Bergamo della ScuolaSuperiore della Magistratura e alla presenza del Ministro dellaGiustizia Angelino Alfano, hanno parlato di scuola per i"magistrati padani", come riportato dalla stampa


La Giunta sezionale dell'A.N.M. di
Brescia, con riferimento alle dichiarazioni rese dai Ministri per
la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, e delle Riforme
per il Federalismo, Umberto Bossi, che il 17 giugno 2011, in
occasione della inaugurazione della sede di Bergamo della Scuola
Superiore della Magistratura e alla presenza del Ministro della
Giustizia Angelino Alfano, hanno parlato di scuola per i
"magistrati padani", come riportato dalla stampa



precisa



che la Scuola per la Magistratura, istituita con il decreto
legislativo n. 26 del 2006 e non ancora avviata, ha, per legge,
competenza in via esclusiva in materia di aggiornamento e
formazione dei magistrati ed è preposta:



a) all'organizzazione e alla gestione del tirocinio e della
formazione degli uditori giudiziari;



b) all'organizzazione dei corsi di aggiornamento professionale e di
formazione dei magistrati,



c) alla promozione di iniziative e scambi culturali, incontri di
studio e ricerca;



d) all'offerta di formazione di magistrati stranieri, nel quadro
degli accordi internazionali di cooperazione tecnica in materia
giudiziaria



ricorda




le delibere 31 maggio 2007 e 27 luglio 2010 del Consiglio
Superiore della Magistratura in merito ai rischi di una formazione
diversificata per aree geografiche, anziché, come auspicato anche
dalla magistratura associata, per obiettivi formativi



ribadisce




-        che le tre sedi,
individuate in Bergamo, Firenze e Benevento, sono state istituite
per la formazione di tutti i magistrati italiani;



-        che nessuno può
ipotizzare una divisione (o federalizzazione) dei magistrati in
"distretti territoriali" senza forzare in modo tanto clamoroso
quanto evidente l'assetto costituzionale dello Stato democratico
che, per quanto attiene alla magistratura ordinaria, si
caratterizza notoriamente per la unitarietà, ancor più nell'attuale
contesto, in cui si fa sempre più pressante  la richiesta di
una formazione comune dei giudici dei Paesi che fanno parte
dell'Unione Europea.





Brescia, 22 giugno 2011



La Giunta sezionale ANM di Brescia




stampa
Stampa

Cerca documenti per...

Data

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati